Accesso riservato

Chi è online

Abbiamo 36 visitatori e nessun utente online

Il Modello Didattico - l'Inclusione

L’approccio didattico del gruppo di ricerca EduMath Vallée si inscrive nell’idea di inclusione scolastica, così come è definito da Ianes: “l’inclusione scolastica è intesa   come un processo continuo che coinvolge e riguarda tutti (non solo gruppi sociali più deboli o allievi BES) e che prevede l’abbattimento  degli ostacoli e delle barriere  che ne impediscono la piena partecipazione  e l’apprendimento di ognuno. Ciascuno è soggetto e oggetto di questo processo” (Ianes & Demo, 2009) 

Sulla scia di queste considerazioni partiamo dall’idea che, rispetto ai soggetti con DSA o, più in generale con difficoltà in matematica, abbiamo a che fare con differenze cognitive e non con deficit cognitivi (Lewis,  K. E., 2014).

Quest’orientamento apre una prospettiva completamente nuova alla “logica d’azione”, al perché e come si fanno le cose in didattica perché vuole rispondere a esigenze cognitive diverse tramite un approccio percettivo-motorio e multimodale. Si tratta di mostrare come l'accesso a risorse di mediazione diverse influisca sull’apprendimento. 

Per questo, la nostra attività di ricerca didattica si fonda sui principi dell’Universal Design for Learning (http://universal-design-for-learning.blogspot.com/2016/11/i-tre-principi-delludl-universal-design.html)

 

 - How the representations take on a key role in an inclusive educational sequence concerning fraction. 

E. Robotti CERME10 (Conferences  of European Society for Research in Mathematics Education) - Dublino 2017

 

- Abstract - GeoGebra e Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA): analisi di un case study

- Presentazione - GeoGebra e DSA: analisi di un caso di studio nella scuola primaria 

E. Robotti e E. Bionaz DI.FI.MA Torino 2014.

 

 

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo, acconsenti al posizionamento di questi cookies. Approfondisci